20-05-2015

Attività scientifica del polo


Il Polo Neurologico Brianteo si caratterizza perché oltre alla normale attività clinica, ha anche un’attività scientifica significativa, che è intenzionato a potenziare nel tempo per mantenere l’Istituzione costantemente al passo con lo sviluppo delle scienze neurologiche.

Al  recente Congresso Nazionale della SNO ( Società di Neuroscienze Ospedaliere ) di Catania del 18-21 Maggio 2016, il Polo Neurologico Brianteo è stato presente con una realzione di grande prospettiva futura frutto della collaborazione con il reparto di Anatomia Patologica del Policliico di Milano e presentato dalla dott. Anna Eleonora Colombo. Il titolo è stato:"Insulin-like growth factor II mRNA binding : un marker prognosico e un possibile target terapeutico nelle metastasi cerebrali da carcinoma polmonare non a piccole cellule." ( vedi l'abstract del lavoro allegato, nonchè alcune immagini significative della ricerca effettuata)

Attualmente il Polo Neurologico Brianteo è impegnato, tra i pochi in Italia, a valutare l’effetto dello stress ossidativo sulle malattie degenerative : m. di Parkinson, MCI, demenze ( malattia di Alzheimer, demenza fronto-temporale, demenza vascolare ecc.), malattie neurodegenerative ( SLA, Atrofia multisitemica, PSP, corea di Huntington ecc.), malattie cerebrovascolari ( Ictus, TIA, ecc ), ma anche sul normale invecchiamento.

Lo stress ossidativo, che provoca l’accumulo dei radicali liberi i quali a cascata portano fino all’ apoptosi, cioè la morte programmata delle cellule nervose, viene misurato qui al Polo Neurologico Brianteo con la semplice puntura di un dito ed i valori riscontrati vengono poi controllati a distanza per valutarne l’ impatto sull’evoluzione delle malattie considerate.

Per contrastarlo viene indicata una terapia con integratori ed una dieta opportuna.

Il dottor Colombo al 55 ° Congresso  Nazionale  della SNO  ( Società Italiana di Scienze Neurologiche Ospedaliere ) di Como 22-24 Aprile 2015, ha presentato un a relazione nella mattinata del 23 che ha animato un importante dibattito tra i maggiori esperti nazionali in materia. La relazione aveva il titolo : "Lo stess ossidativo cerebrale.Terapia e dieta "( chi fosse interessato può visionare la sequenza di alcune delle diapositive dell'intervento qui allegata)


CORSI D’AGGIORNAMENTO scientifico ORGANIZZATI DAL POLO NEUROLOGICO B.

Il Polo Neurologico Brianteo
, per mezzo del Direttore Scientifico dott. Antonio Colombo, ha organizzato recentemente a Seregno (8.5.15) il VII Corwso d'Aggiornamento tenuto dai Primari Neurologi Lombardi, dal titolo: “ La diagnosi differenziale nelle patologie neurologiche. Terapie conseguenti. ” La tematica principale era quindi il modo corretto di diagnosticare una malattia nervosa, dopo avere esaminato tutti i sintomi, l’oggettività neurologica, gli accertamenti strumentali e di laboratorio e differenziarla così da tutte le patologie simili e di stabilire poi di conseguenza la terapia più aggiornata. IL dottor Colombo ha tenuto una relazione dal titolo.: " La diagnosi differenziale nelle emorragie cerebrali.Terapia."

Il Corso è stato frequentato da più di 100 neurologi, neurochirurghi, neuroradiologi, neuropsichiatri infantili e fisiatri.

Tutte le relazione sono state sviluppate da un Primario Neurologo dei vari Ospedali lombardi, ad ognuno dei quali il Dott. Colombo aveva affidato un importante argomento. Ne è risultata di conseguenza una serie di trattazioni autorevoli, aggiornatissime e di grande valore scientifico.

( Vedi Brochure-Locandina)

STUDI PER L’APPLICAZIONE DELLA TELEMEDICINA AI PAZIENTI DEMENTI

Il Polo Neurologico Brianteo, nella persona del suo Direttore Scientifico dott. Colombo, è stato invitato a partecipare al recente Simposio tenutosi presso l’Ospedale di Vimercate il 29/5/15 da titolo “ Smart Hospital 2.0, Sistemi Informatici Ospedalieri, Diagnostica per immagini.Fascicolo Sanitario Elettronico, Reti di Servizi Clinici on line, Integrazione Ospedale Territorio.”

Il dott. Colombo ha tenuto la relazione conclusiva ( vedi Brochure allegata) polarizzata sulla telemedicina e l’integrazione Ospedale Territorio. Il Polo Neurologico Brianteo ritiene che la telemedicina debba avere grande applicazione in Neurologia tant’è che con la Società Italiana di Telemedicina e Informatica Medica si è impegnato a studiare metodologie informatizzate volte ad esaminare con semplici test il paziente al proprio domicilio, specie pazienti con malattie che determinano problemi a lasciare l’abitazione. Coi mezzi informatici infatti si può valutare a distanza l’evoluzione delle patologie, con la ovvia collaborazione dei care givers, senza trasportare il paziente in Ospedale o negli ambulatori.

In questo ambito con la stessa istituzione citata e con l’Università Bicocca di Milano ed altre Istituzioni italiane ed Europee, il Polo Neurologico ha presentato un progetto a Bruxelles dal titolo : “ Diagnostic and Monitoring early risk detection sistem for monitoring cognitive decline in aging population” ( DiaMond project ).

Circa la collaborazione Ospedale territorio il Polo Neurologico Brianteo è certamente un modello positivo in quanto ha in essere una convenzione con la maggior parte dei Reparti dell’Ospedale di Desio, in primis con la Neurologia di cui il dott. Colombo è stato fino a poco tempo fa Primario, per cui i Primari e gli altri medici dell’Ospedale possono visitare i pazienti nella sede del Polo mentre i ricoveri, gli accertamenti di laboratorio e strumentali ed altre prestazioni burocratiche possono essere espletate in Ospedale con una virtuosa collaborazione non solo tra Ospedale e Territorio ma anche tra Pubblico e Privato.