ELETTROMIOGRAFIA

L’Elettromiografia (EMG)  è l’esame che rende possibile la diagnosi di gran parte delle malattie dei nervi periferici, dei muscoli e delle giunzioni neuromuscolari.

I disturbi più frequenti per i quali l’accertamento è indicato sono i dolori lombari e le lombosciatalgie in cui le radici nervose sono irritate o compresse da alterazioni del disco vertebrale o da degenerazioni ossee artrosiche, oppure la sindrome del tunnel carpale nella quale il paziente avverte dolori e parestesie ( formicolii) alle mani o ancora le polineuropatie che sono spesso dovute ad infiammazione dei nervi periferici, di solito maggiormente agli arti inferiori.

Spesso l’EMG è richiesto dai medici di famiglia proprio per chiarire disturbi del tutto generici come l’affaticabilità muscolare, i dolori di diverso tipo agli arti,i formicolii o i crampi
L’esame può mettere in evidenza la riduzione della velocità di conduzione motoria (VCM) dei nervi o di quella sensitiva (VCS) o di entrambe oppure mostrare una riduzione d’ampiezza dei potenziali d’azione motoria (MAP) , la combinazione di questi dati permette di diagnosticare se si è di fronte ad una sofferenza del rivestimento esterno mielinico dei nervi (neuropatia demielinizzante) o ad una patologia delle fibre nervose ( neuropatia assonale).

L’ esame condotto con  l’ago-elettrodo permette invece di mostrare un’eventuale denevrazione nei muscoli studiati  (ad esempio tale alterazione può interessare diffusamente molti muscoli come nella SLA, o essere limitata ai soli muscoli innervati dalla radice compressa come nell’ernia discale).

Presso il Polo Neurologico Brianteo l’elettromiografia viene sempre eseguita da specialisti neurologi (neurofisiologi) molto esperti che vantano in materia un’esperienza pluridecennale.     Ciò è  importantissimo perché si tratta di un esame che dipende davvero in modo rilevante dalla capacità del medico che l’effettua.

Elenchiamo alcune delle patologie in cui l’EMG è essenziale: le polineuropatie tossiche esogene (da alcool, da sostanze tossiche dei luoghi di lavoro, da farmaci,ecc.),  quelle infiammatorie acute     (s. di Guillan- Barré) o croniche (CIDP),quelle da diabete, ipotiroidismo, da vasculiti, da lupus, da celiachia,ecc.

la monoreupatia dove è interessato un solo nervo, a volte compresso, come quella del nervo peroneo al ginocchio, quella del mediano al polso o del facciale nel canale omonimo. Le malattie muscolari (Tutte le distrofie comprese quelle miotoniche, le miositi e le polimiositi, ecc.). Le importanti patologie della giunzione neuromuscolare (miastenia gravis e sindromi miasteniche) ecc.
L’elettromiografia viene eseguita molto accuratamente presso il Polo Neurologico Brianteo, in regime libero professionale ed in tempi  molto rapidi, mai eccedenti gli otto giorni.